Olio di Neem: il miglior insetticida naturale per le tue piante

Olio di Neem: miglior antiparassitario naturaleL'olio di Neem, di origine tipicamente vegetale, viene ricavato dalla pressatura, effettuata a freddo, dei semi in essi contenuti.

L'albero che lo produce è suo omonimo, l'albero "neem", il cui nome scientifico è "Azadirachta Indica", mentre gli indiani dei villaggi lo chiamano affettuosamente "farmacia del villaggio"; il suo nome nella lingua indiana è "Arishta" che in italiano significa: albero capace di curare tutte le malattie.

Questo albero proviene da alcune regioni dell'India, si presenta maestoso e particolarmente imponente nell'aspetto, è un sempreverde che appartiene alla famiglia delle Meliaceae, presenti per lo più nelle aree pantropicali.

Appena estratto, l'olio di Neem si presenta di colore rosso intenso, con un odore estremamente sgradevole che ricorda l'aglio.

Per ovviare a questo fastidioso inconveniente e per chi volesse usare l'olio di Neem puro, è consigliato aggiungere qualche goccia di olio essenziale della fragranza preferita o preferire i nostri Olio di Neem PROFUMATO o Olio di Neem CITRIODORA.

Olio di Neem per Farmaceutica e cosmesi

Dall'uso ultra millenario si comprende la sua importante funzione nella preparazione di prodotti per le terapie ayurvediche.

Oggi, l'olio di Neem è particolarmente richiesto dalle aziende farmaceutiche con settori dedicati alla fitoterapia e ovviamente alla cosmesi che ne fanno largo uso come additivo naturale.

Soprattutto nella preparazione delle creme, l'aggiunta dell'olio di Neem, in giuste proporzioni, all'olio di mandorle dolci o l'olio di jojoba, risulta efficace contro la disidratazione e gli arrossamenti.
Tra le varie sostanze che lo compongono ricordiamo in particolare i triterpeni e gli acidi grassi, il valore della sua preziosa componente acida, lo rende simile alle composizioni chimiche del burro di cacao e dell'olio di oliva.

Il principale acido grasso presente nella sua composizione è l'acido oleico; questo permette all'olio di sviluppare una molecola che lo preserva dall'ossidazione.

Altro acido nella sua composizione è l'acido stearico, che insieme al precedente, donano all'olio di Neem preziose quanto importanti proprietà eudermiche, in particolare la capacità di ridurre l'evaporazione dell'acqua dalla pelle, mantenendo costante il giusto grado di idratazione; si può quindi tranquillamente definire l 'olio, emolliente e idratante.
Inoltre ha ottime dosi di vitamina E, il cui potere antiossidante e anti-età è ben conosciuto.

I limonoidi e le catechine presenti nell'olio di Neem, con la loro azione di inibitori dei mediatori delle infiammazioni, vengono utilizzati anche per i trattamenti di stati infiammatori, strappi muscolari, artriti e i fastidiosissimi reumatismi.

L'olio di Neem è stato riconosciuto un prodotto molto indicato da utilizzare come antiparassitario, antinfiammatorio e perfino come antimicotico.
La moderna cosmesi e la fitoterapia riconoscono all'olio di Neem particolari qualità per il trattamento di diverse patologie della pelle e dei capelli; in particolare laddove si presentino situazioni di forte disidratazione.
Acne e forfora sono altri problemi che l'olio di Neem aiuta a contrastare grazie alla sua funzione di controllo sulla produzione sebacea.
Nella farmaceutica, questo prezioso olio viene utilizzato anche per la lotta contro alcuni ceppi di batteri, tra cui la salmonella tifi e lo stafilococco aureo.

Quali parassiti combatte l'olio di Neem

Parassiti pianteUno dei componenti di questo olio è l'azadiractina, un potente insetticida naturale, acaricida e nematocida biologico, che lo vede adatto ad essere impiegato come potente antiparassitario, ottimo repellente e ovviamente come insetticida.

I parassiti e gli insetti che quest'olio riesce a eliminare sono:
- nematodi;
- coleotteri;
- nottue;
- dorifora;
- afidi e cocciniglia;
- ragnetto rosso.

Tra i vari impieghi, l'olio di Neem è indicato anche per tenere lontano le zanzare.

Analizzando i vari parassiti e gli insetti che infestano le piante o i frutti, i più comuni sono gli afidi, detti anche pidocchi, la loro presenza spesso è dovuta ad un eccessivo utilizzo di concimi o fertilizzanti, che si deposita nel suolo; gli acari delle piante, purtroppo invisibili a occhio nudo, sono i responsabili delle "bruciature" che appaiono sulle foglie; l'oidio, la malattia che provocano i funghi parassiti, lascia le foglie bianche, quasi sembrassero polverose; le lumache, si vedono e si vede anche il danno che provocano rosicchiando le foglie; infine le zanzare, che riproducendosi in quantità nelle acque stagnanti, sono comunque fastidiose.


Tutti questi problemi possono essere risolti con il supporto dell'olio di Neem. La sua particolare consistenza (aggiungendo un prodotto emulsionante quale il Sapone Molle, ad esempio, affinché si misceli perfettamente con l'acqua) permette l'irrorazione delle piante in maniera naturale, senza che la sostanza lasci residui di alcun genere. Ovviamente se si sceglie il metodo innocuo dell'olio di Neem, si potrà fare a meno di tutti quei prodotti chimici, estremamente dannosi anche per la salute dell'uomo.

Per una perfetta disinfestazione e disinfezione la formula giusta è di 100 litri di acqua nei quali versare 1 litro di olio di Neem puro; quindi il rapporto è 1 a 100. Se l'uso è casalingo ne basterà un cucchiaio da minestra, in una bottiglia da 1 litro di acqua.

La nebulizzazione sarà preferibile durante le ore serali, non si dovrà mai utilizzarlo durante le ore calde, infatti l'olio è sensibile al calore. L’esposizione ai raggi ultravioletti potrebbe penalizzare irrimediabilmente le sue proprietà benefiche.
Una volta che si è deciso di effettuare il trattamento, è consigliato proseguirlo per 6 sere consecutive (o almeno fino a che i parassiti hanno abbandonato le nostre amate piante), facendo massima attenzione a spruzzare il prodotto sia sulla parte alta che sulla quella coperta delle foglie.
Durante il trattamento è estremamente indicato irrorare anche la parte bassa delle piante o nel caso di vasi, anche i sottovasi dove l'acqua ha più possibilità di ristagno.

L'olio di Neem per gli amici a quattro zampe

Antiparassiti per caniNon solo la farmaceutica fitoterapica, non solo la cosmetica naturale ma anche un utilizzo suggerito dalla veterinaria.

Cani e gatti, ma anche cavalli, mucche, pecore e tutti gli animali della fattoria, soprattutto quelli che vivono in casa, sono spesso soggetti a trattamenti antiparassitari, praticamente indispensabili ma non sempre altamente sicuri e non nocivi.

L'utilizzo dell'olio di Neem è molto indicato per aiutare gli animali a liberarsi di fastidiose intromissioni e soprattutto ad avere, attraverso il trattamento con l'olio, la possibilità di rinforzare il sistema immunitario.

Il metodo più semplice con il quale effettuare l'operazione sugli animali che vivono in casa, è quello di aggiungere qualche goccia di olio di Neem nella vasca dove faranno il bagno. Se invece la disinfestazione riguarda gli zoccoli di cavalli, mucche, capre o pecore, in un grande catino bisognerà aggiungere a 1 lt di acqua e 10 ml di olio.

Questo trattamento può essere effettuato tranquillamente anche per cani e gatti, è risaputo infatti che il posto dove i parassiti si annidano e che prediligono sono proprio le zampe.

Trattamento a parte per pulci e zecche: in questo caso bisognerà utilizzare il prodotto allo stato puro e con una spugna, leggermente imbevuta, strofinando il pelo dell'animale, ancor meglio se il trattamento avviene direttamente dalle mani, coperte ovviamente da un paio di guanti in lattice.

L'olio di Neem ha anche la preziosa capacità di eliminare dal corpo degli animali le zanzare che, come risaputo, sono le artefici della leishmaniosi.
Questo trattamento rappresenta l'essenza della semplicità e sicurezza nella consueta pulizia di cani e gatti, soprattutto quando questi non restano esclusivamente tra le mura domestiche, ma escono a passeggiare al guinzaglio o magari liberi nel giardino.

Benefici dell'Olio di Neem

In sintesi, se si dovesse redigere una scheda riepilogativa dei benefici dell'Olio di Neem, le caratteristiche salienti da considerare, quindi, sono:

. naturale al 100%;
- antinfiammatorio;
- antiparassitario;
- antiossidante;
- disinfettante;
- biodegradabile al 100%;
- non tossico;
- indicato per animali e persone;
- indicato per piante e frutti;
- non danneggia coccinelle e api;
- idratante;
- emolliente;
- anti-arrossamento.

Si può quindi tranquillamente affermare che la natura, attraverso le proprietà di questo olio, ribadisce il suo più alto concetto di portatrice di ogni risoluzione per la vita umana e animale.

Curiosità sull'olio di Neem

Nella medicina ayurveda, che sappiamo fonda le sue radici nella millenaria cultura indiana, questo olio è usato anche per malattie ben più importanti come la lebbra, la malaria e la tubercolosi. Questo ci indica quanto questo preparato sia presente nella cultura indiana che celebra la natura, anche attraverso i suoi elementi e le loro proprietà.
Ovviamente l'olio di Neem non è stato testato sugli animali ed è completamente privo di additivi, sostanze dannose o elementi chimici.

Attenzione: è doverosa un'attenta conservazione, lontano da fonti di calore e non a portata dei piccoli di casa. Nell'aprire la confezione noterete che il prodotto si presenta piuttosto consistente e ceroso, se la necessità è quella di averlo liquido, sarà utile posizionarlo a bagnomaria per qualche minuto.

L'utilizzo dell'olio non prevede controindicazioni, ma un piccolo test in parti ristrette delle zone da trattare è sempre utile, nel caso di rare reazioni allergiche.